Cosa sono gli FGAS?

L'uso degli FGAS o gas fluorurati ad effetto serra è esteso a vari campi di applicazione. Ma a cosa ci si riferisce realmente quando usiamo questo acronimo?
Tramite il protocollo di Kyoto sono stati definiti i seguenti gas: biossido di carbonio (CO2), metano (CH4), protossido di azoto (N2O) e gas fluorurati di origine antropica.
Nello specifico il regolamento Europeo n.517/2014 attraverso l'articolo 2, stabilisce che i gas ad effetto serra sono i perfluorocarburi, l'esafluoro di zolfo, gli idrofluorocarburi e gli altri contenenti fluoro elencati nell'allegato I o miscele contenenti una qualsiasi di queste sostanze.
Lo erano e lo sono tuttora i CFC (clorofluorocarburi), gli HCFC (idroclorofluorocarburi), gli Halon, e gli R22, che pur essendo FGAS, non vengono considerati ai fini della dichiarazione. Infatti grazie il protocollo di Montreal, è prevista una diminuzione graduale di essi, in quanto considerati molto dannosi all'ozono atmosferico.
Per quello che riguarda il presente e il futuro, si sta puntando all'utilizzo di gas alternativi come l'R32 e gas HFO (Hydro-Fluoro-Oleofine), che vantano bassissimi valori di GWP (Global Warming Potential o potenziale di riscaldamento globale) ma non considerati ancora molto sicuri riguardo a perfomance e infiammabilità.

Approfondendo il sopracitato discorso sui campi di applicazione è necessario precisare che sono previsti obblighi ben precisi per gli operatori del settore che hanno a che fare con le seguenti apparecchiature:
- impianti fissi di refrigerazione, di condizionamento d’aria e pompe di calore
- quadri e apparecchi di manovra (commutatori) di alta tensione
- apparecchiature contenenti solventi
- impianti fissi di protezione antincendio ed estintori

E alla luce di quanto specificato nel regolamento FGAS vengono quindi coinvolte le seguenti figure:
- utilizzatori di SF6 nella pressofusione del magnesio e per il riempimento dei pneumatici
- operatori di talune apparecchiature e sistemi contenenti gas fluorurati
- personale tecnico e imprese coinvolti in determinate attività collegate ad apparecchiature contenenti gas fluorurati
- produttori, importatori ed esportatori di gas fluorurati

I provvedimenti riguardo a questi gas sono quindi volti a preservare il riscaldamento globale della terra, che si è stimato essere solo nell'ultimo secolo tra 0,6 e 0,9 gradi Celsius. E stando ad evidenze scientifiche causato dall'alta concentrazione di gas ad effetto serra. L'obiettivo del regolamento ha come scopo la riduzione delle emissioni tramite azioni e misure adottate dalla fase di produzione sino a fine vita.
Per questo motivo, come già scritto in altri articoli su questo sito è molto importante quindi disporre di apparecchiature sottoposte a taratura regolare per ottenere misurazioni precise e rilevare eventuali anomalie.


Logica HSE, 02/07/2016